Lo stratotipo Priaboniano

Lo stratotipo Priaboniano: modello per tutto il mondo

Lo stratotipo Priaboniano è un importante punto di riferimento per ricercatori e studiosi, necessario al riconoscimento dell’età di rocce analoghe in tutto il mondo ed è anche un valido elemento didattico proposto spesso come esempio e modello.

L’origine del termine “Priaboniano” è da attribuire ai geologi francesi Ernest Munier-Chalmas ed Albert De Lapparent (nelle immagini sottostanti), che nel 1893 ne proposero l’istituzione.

L’età geologica del Priaboniano inizia circa 37,2 ± 0,1 milioni di anni fa per concludersi 33,9 ± 0,1 milioni di anni fa, quindi nell’Eocene Superiore.

La roccia priaboniana, frequentemente fragile ed alterabile, è costituita da marna cioè da un miscuglio di calcare ed argilla derivata dall’alterazione fisico-chimica dei basalti precedenti.

 

Il nome deriva dalla località di Priabona, situata nel comune di Monte di Malo, provincia di Vicenza, sui Monti Lessini Orientali (Italia), dove gli strati priaboniani sono ben rappresentati come qualità e stratigrafia presentando una potenza (=spessore) di ben 90 metri.

La definizione di stratotipo del Priaboniano è stata accettata ed adottata dalla comunità scientifica internazionale (Colloque sur l’Éocène, Parigi, 1968).