Museo: sala dei fossili

Sala principale del Museo Paleontologico di Priabona
Posted 17 Giugno 2010   Museo, Priaboniano

English version here.

La prima sala, chiamata più generalmente “Sala dei Fossili”, è stata allestita nel 1989- 1990 in previsione del centenario dell’istituzione dello strato-tipo del Priaboniano, ad opera dei geologi parigini Ernest Munier-Chalmas ed Albert De Lapparent. Il nome “Priaboniano” deriva direttamente dal nome della località di Priabona (Comune di Monte di Malo, provincia di Vicenza, IT) dove gli strati dell’Eocene Superiore assumono un notevole sviluppo ed uno straordinario interesse scientifico, a livello internazionale. Lo strato-tipo infatti rappresenta la successione rocciosa di riferimento, a scala Europea ed in particolare mediterranea, dell’intervallo di tempo corrispondente all’Eocene Superiore, compreso tra i 39 ed i 36 Milioni di anni fa. La realizzazione della sala dei fossili è stata curata dal locale Centro Studi del Priaboniano (CSP). Il gruppo, che tuttora gestisce la sala, ha recuperato i fossili da collezioni private e nel corso di scavi di natura edilizia. La straordinaria ricchezza di fossili della zona ha attirato fin dal 1800 l ‘attenzione degli studiosi. L’esposizione dei fossili è di particolare effetto, grazie anche all’ausilio di macro-fotografie, disegni, e dispositivi di visione alquanto ingegnosi e curiosi. Tra i vari reperti esposti ricordiamo la presenza di nummuliti, granchi, gasteropodi, pesci fossili, denti di squalo e tanti altri…

All’interno della sala, seguendo la numerazione, possiamo trovare in sequenza:

1) Cenno alla geologia generale ed ai fossili relativi.

2) Presentazione didattica della struttura interna di una montagna.

3) Paleoambiente cretacico e le rocce attuali di quel periodo dell’era Mesozoica.

4) Le cave di calcare di Monte di Malo con i fossili terrestri e marini disposti in una sequenza che richiama il degradare del fondale marino.

5) Grande eruzione vulcanica Bartoniana con formazione del semigraben dell’alpone

6) Stratotipo del Priaboniano: foto dei fondatori e vari fossili caratteristici di questo periodo.

7) Foto di siti che presentano affioramenti priaboniani

8) Disegno del paleoambiene di quel periodo con legenda e documentazione di un raro pesce volante fossile trovato presso la località di Priabona.

9) Oligocene: fossili caratteristici (soprattutto i coralli).

10) Il carsismo nelle colline di Monte di Malo: genesi e giacitura di fossili e minerali.

11) I Neck: vulcani esplosivi sottomarini e loro contenuto mineralogico.

12) Carsismo di Monte di Malo, col le grotte del Buso della Rana e della Poscola.

13) Rilievo del Buso della Rana realizzato da Sandro Sedran del Gruppo Speleologi Malo; inoltre visorini giocattolo per l’osservazione di reperti di piccola dimensione.

14) Scaletta del tempo con esposizioni di fossili e fotografie nelle vetrine laterali.

15) Alcuni fossili di particolare bellezza delle cave della Calcara.

16) Fossili di notevoli dimensioni. Un’ostrica, un campanile.

17) Tecnica di pulitura dei granchi fossili.

18) Resti scheletrici oligocenici: Dugongo o Lamantino.

19) La preistoria nel territorio comunale.

20) Incisione di tree su basalti.

21) Quadro delle spore di Dinoflagellate fossili studiate dal Centro Palinologico di Utrecht.

22) La grande tavola delle Ere e dei Periodi Geologici. Dono del Centro Palinologico di Utrecht.