La Sagra a Campipiani

Posted 29 Luglio 2010   Eventi, Sagre, Storia

E vai di peperonata che beca

Un pò di Storia..

sembra che la Sagra di Campipiani sia nata nello stesso anno in cui fu eretta la chiesa, dedicata alla Madonna della Neve: il 1915.

Tutta particolare la storia che diede il via a questo evento.

All’inizio la sagra veniva svolta il 5 Agosto, giorno dedicato alla Madonna della Neve. Alla fine delle celebrazioni liturgiche i cantori si ritrovavano a cucinarsi una bella pastasciutta soli soletti in una casa appartata mentre ai preti celebranti le famiglie offrivano il pranzo che veniva organizzato nella corte rurale, dove ancora oggi si svolge la sagra.

Il pomeriggio aveva inizio la processione con la statua della Madonna della Neve. Al suo passaggio i residenti agitavano drappeggi bianchi dalle finestre in segno di devozione; della statua lignea rimane solo l’immagine sopra la porta d’ingresso all’interno della chiesa.

Alla sera passavano per  Campipiani l’anguriaro, il sagraro che vendeva la “sagra” cioè spumiglie e biscotte e la festa finiva con intrattenimenti di tipo teatrale.

Le cose cambiarono circa 50 anni fa. Ai preti cominciarono a cucinare un nuovo piatto, LA PEPERONATA che tutt’ora caratterizza la sagra di Campipiani. Venne poi abbandonata la processione a causa della sostituzione della statua lignea con una di gesso meno trasportabile.

Alla fine degli anni ’70 la sagra venne organizzata in un cortile privato e si introdussero piatti a base di luganeghe e peperonata.

Nell’83 venne riportata nell’antica corte fino ad oggi.

Ancora oggi stupisce chi ve ne partecipa per l’originalità della natura, per la fervida collaborazione e per il patrimonio storico e culturale che la circonda.

Evento 2010