Concerto inaugurale per il restauro dello storico organo Callido-Zordan

Domenica 13 maggio ore 17.00

Dai primi passi fatti dall’allora parroco don Giovanni Berti, appassionato di musica sacra, per restaurare l’antico organo a canne della parrocchiale sono passati 30 anni! Ora a Monte di Malo potremo sentire le sonorità che gli abitanti di allora avevano tanto apprezzato nel lontano 1883 quando l’organista della cattedrale di Vicenza, Antonio Coronaro, aveva collaudato con un concerto lo strumento.

Il prezioso organo vanta in realtà una storia ancora più antica, difatti fu costruito nel 1805 dall’organaro veneziano Gaetano Callido, noto per le qualità costruttive e le doti foniche delle sue opere. Successivamente, dopo quasi un secolo di vita, lo strumento era probabilmente bisognoso di cure per cui fu restaurato e, con l’occasione, ampliato “con dodici istrumenti di concerto” dall’organaro vicentino Gio.Batta Zordan ed inaugurato come abbiamo descritto all’inizio.

Per alcuni anni fece sentire la sua voce all’interno della vecchia chiesa intitolata ai santi Fabiano e Sebastiano poi, causa le precarie condizioni statiche dell’edificio, fu smontato e rimontato qualche anno più tardi (nel 1904) nella nuova chiesa intitolata a San Giuseppe. Continuò ancora il suo servizio per qualche decennio fino a quando nel 1931 fu oggetto della cosiddetta “Riforma Ceciliana” che ne cambiò la fisionomia.

Nell’opera di restauro attuale le mani esperte dell’organaro Luigi Patella di Cinto Euganeo (PD) hanno smontato, pulito e restaurato ogni parte corrotta, nonché ricostruito quelle mancanti ed infine intonato lo strumento come all’origine. Ora Monte di Malo può vantare probabilmente l’unico organo Callido (quasi completo nel canneggio),  integrato da Zordan, esistente nella diocesi di Vicenza.

L’inaugurazione avverrà domenica 13 maggio alle ore 17.00 con il concerto del M° Enrico Zanovello  e sarà preceduto dalla Benedizione dello strumento e dall’illustrazione dei lavori da parte del’organaro. Al termine un rinfresco per tutti offerto dalla comunità di Monte di Malo.

Altri concerti sono previsti nei prossimi mesi.